PASTA BIOLOGICA

I cereali sono un elemento fondamentale della dieta mediterranea, considerata una delle migliori a livello nutrizionale. Grano e riso sono i cereali più usati e, in particolare, il grano costituisce la base per prodotti derivati e trasformati di largo consumo, quali la pasta e il pane. Anche per questi alimenti si registra la tendenza, sempre più evidente, a scegliere un prodotto biologico.

Per rispettare gli standard europei di certificazione, la pasta biologica deve essere preparata con farine provenienti da coltivazioni nelle quali non sono usati antiparassitari e concimi chimici. Oltre all’attenzione verso le materie prime – come pura semola di grano duro, farro, kamut, orzo – la produzione biologica della pasta prevede che le successive fasi, dall’impasto all’essiccazione e fino all’imballaggio, seguano delle regole ben precise. La trafilatura è realizzata esclusivamente con filiera di bronzo; l’essiccazione è fatta in tempi lunghi per mantenere inalterate le qualità del prodotto. In tutto il processo le temperature vengono mantenute basse per evitare la dispersione delle sostanze nutritive.

Grazie a questi accorgimenti, la pasta biologica ha un più alto valore nutritivo e un più elevato valore energetico rispetto a quella tradizionale, mentre contiene un minor numero di grassi.