CARNE BIOLOGICA E LAVORATI

Mangiare carne biologica significa consumare un alimento sano, sicuro, senza antibiotici né residui chimici di alcun genere. Tutti i prodotti della zootecnia biologica, infatti, si caratterizzano per la qualità e per uno specifico metodo di produzione, che impone linee guida rigorose da seguire in ogni fase della filiera.

La carne biologica proviene da allevamenti biologici il cui principio guida è quello di assicurare il benessere animale. La vita degli animali allevati con il metodo biologico, infatti, dovrebbe avvicinarsi il più possibile ai loro cicli naturali e le modalità di gestione dell’allevamento tendono a soddisfare le esigenze fisiologiche ed etologiche delle diverse specie. L’alimentazione risponde ai fabbisogni degli animali e gli alimenti di cui si nutrono provengono da coltivazioni biologiche. Comunque, il pascolo rimane la prima fonte di approvvigionamento alimentare per gli allevamenti biologici.

I prodotti lavorati della carne, ad esempio i salumi e prosciutti, ottengono la certificazione biologica solo se la materia prima è di origine biologica e la lavorazione segue gli standard europei. Sono, infatti, privi di nitriti, conservanti comunemente usati nella trasformazione delle carni convenzionali.

Il benessere, la buona salute e, in generale, il miglioramento delle condizioni di vita dell’animale, presupposti essenziali dell’allevamento biologico, determinano carni più salubri e lavorati di ottima qualità.